26 gennaio 2009

Analogico Vs Digitale.


Salvador Dalì, 1954 - Soft Watch at moment of Explosion.

Un yoyo a tutti, cari vagabondi della rete, qui è il vostro Dj pensatore che dalle frequenze di radio paranoia, se la ride alla grande.

Mentre il nostro salvatore della terra alias Obama se ne sta alla casa bianca a cercare di sbrogliare la matassa, un altro personaggio altrettanto importante nel suo campo sta lanciando l'ennesimo grido di attenzione e di aiuto.

Chi sarà mai questo personaggio Rastafariano??? eccola qua è la direttrice della British Library, Lynne Brindley che si lamenta della rapida obsolescenza della tecnologia.

Ebbene si cari i miei surfisti, la memoria digitale è un problemino che con il passare degli anni sta diventando sempre più difficile da gestire. Ma scusami caro il mio Pensatore da quattro soldi dove sta il problema?? Semplice...i documenti archiviati sui supporti digitali non hanno vita eterna. Quello che memorizziamo oggi potrebbe risultare illeggibile tra 60 anni. Se oltre a questo aggiungiamo il fatto che magari il lettore cd o dvd non funge bene oppure i nuovi programmi non riescono a leggere il formato che ormai è datato, quello che ne viene fuori è problema veramente funky town.

Per darvi un'idea vi faccio un semplice esempio: la NASA, l'ente spaziale americano, ha perduto 75.000 dei 130.000 nastri magnetici sui quali erano stati registrati i risultati di esperimenti e di missioni spaziali.

Non so voi ma io me la rido alla grande. E sapete perché??? Carta e calamio vince ^^.

See You space cowboy.

10 commenti:

ashasysley ha detto...

Ho trovato vecchi appunti di carta e calamaio dentro un cassetto. Erani i miei disegni dell'asilo che mia madre conservava gelosamente. Ho trovato assieme a quelli, bobbine di nasto di vacanze al mare, completamente fuse e dischetti floppy senza nulla dentro, anche se sono convinta che vi fosse la mia tesi di diploma.
Che dirti, carta e calamaio vincono sempre e chi è così "fetiscita" da utilizzarli ancora, avrà per sempre con se un'inesauribile forza.
Allora mi chiedo, perchè non ancora on line?

Fondamentalmente perchè credo nei Backup e nelle Roll Back ...

See you Space Cowboy

The_thinker ha detto...

Concordo con te la potenza evocativa della carta è un qualcosa che il digitale non potrà mai uguagliare. Per gli enti che hanno il compito di tenere la memoria dell'umanità il dilemma dello storage è un problema di non facile soluzione.

Vediamo come si evolve la situazione il backup è una buona soluzione solo che ogni tot anni bisogna sbobinarsi un altro backup a causa del cambio di supporto e dell'usura degli stessi.

Vediamo chi vivrà vedrà ^^

Ciuazzz ashasysley 4 U respect.

Lucien ha detto...

In effetti le tecnologie galoppano a ritmi infernali e noi a rincorrerle. Io non sono la NASA ma una volta al mese faccio un backup di tutti i miei dati di lavoro e non perché sono già rimasto scottato una volta. Poi ho riversato tutte le video-cassette in DVD che poi riverserò in bluray che poi....
Che vitaccia: la tecnologia ci dovrebbe snellire l'esistenza ma rischiamo di diventarne succubi.
Certo carta e penna vince, ma vorrei vedere come riusciresti a far leggere il tuo blog a più di due persone. Però un'altra questione: che ne sarà dei nostri blog tra 50 anni? Forse un quaderno chiuso in un cassetto ha più probabilità di sopravvivere.

Squilibrato ha detto...

Caro Pensatore...
ancor prima di leggere la tua ultima frase me la stavo ridendo, perchè pensavo che ci sono scritti di centinaia o anche di migliai di anni che sono arrivati fino ai nostri tempi. Carta e calamaio vincono.

Che abbiamo pensato la stessa cosa o che abbiamo un neurone che ci scambia ad ogni fine settimana?

Respect for U!

The_thinker ha detto...

@Lucien
We bella li Lucien. Sai il problema per l'utente secondo me non è eclatante, il quantitativo di dati che produciamo risulta gestibile attraverso il backup che cambierà supporto in funzione della disponibilità tecnologica del momento. Per i blog io consiglio di fare una copia dei post migliori, non si sa mai. Magari un giorno la mano della "giustizia" calerà, per punire coloro che sono stati talmente sfacciati, da dire le cose come stanno ;).

@Squilibrato
Tu non lo sai...ma io e te siamo il risultato di un esperimento scientifico ^^.
Peccato che gli americani con questo esperimento stanno per arrivare dove noi siamo arrivati tanto tempo fa :).

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

è un problema veramente funky town, forse persino troppo per la mia mente :D
adesso intanto, per sicurezza, vado a farmi un backup
che non si sa mai.......

Squilibrato ha detto...

Ho visto il video... AHAHAHAHAHAHAH!!

The_thinker ha detto...

@Marco(cannibal kid)
E fai benissimo cazzarola in questi tempi può succedere di tutto. Sai tra un taglio del personale ecc ecc ^^.

@Squilibrato
Kirk ad Enterprise teletrasporto ^^.

Fifì79 ha detto...

Eh beh, i "vecchi sistemi" tanto criticati, alla fine sono quelli che ci salvano il culo.
Viva carta, penna e calamaio!!(purché l'inchiostro non stinga XD)

Baci
Buon week-end ^^

The_thinker ha detto...

@Fifì79
Per adesso ci troviamo in questa situazione Carta 1 - Supporto digitale 0, poi chissà magari in futuro le cose cambieranno :).

Un bacione con lo smack e buon week-end anche a te ciuazzz.

Pillole di Disinformazione.

DoS, scritto con la maiuscola al primo e terzo posto, è la sigla di denial of service, letteralmente negazione del servizio. In questo tipo di attacco si cerca di portare il funzionamento di un sistema informatico che fornisce un servizio, ad esempio un sito web, al limite delle prestazioni, lavorando su uno dei parametri d'ingresso, fino a renderlo non più in grado di erogare il servizio. Fonte Wikipedia

Pensierino del Giorno.

"é il Signore che vi manda da noi!!!".
"no, passavamo di qua per caso!"

Tratto da "Lo chiamavano Trinità".

Premi.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Lettori fissi

Si è verificato un errore nel gadget