2 gennaio 2008

Benvenuto 2008 ti stavo aspettando...

Eccoci qui con l'inizio di un nuovo anno cari raminghi della rete, voyeur incalliti e guerrieri del quotidiano... qui chi vi scrive è il vostro pensatore di quartiere che dalle terre affollate dello sbattimento perpetuo vi narra le sue vicissitudini festive.

Qui le cose da raccontare sono parecchie e la voglia di pigiare sulla tastiera poca, ne ergo post corto con i migliori pensieri e situazioni accadute al sottoscritto; iniziamo subito narrandovi l'ultimo dell'anno.
Niente feste funamboliche ne sbornie atomiche bensì una sana e genuina girata con la macchina (in stile kerouac) con il mio prode Dante .
Praticamente una serata iniziata con la sua macchina che per motivi arcani blocca la centralina di apertura delle portiere e obbliga dante dopo una bella sequela di insulti ad entrare dal portabagagli con il sottoscritto che nel frattempo prendeva in giro lui e la sua macchina con epiteti fantasiosi che andavano dal fantasy passando attraverso Snatch e rifugiandosi infine nell'apocalisse; mi sono ritrovato a ridere come un coglione per tutte le otto ore nelle quali insieme siamo andati in giro a trovare una festicciola decente, alla fine abbiamo trovato anche se prima ci siamo persi tranquillamente nelle lande di Ancona ^^.

Per quanto concerne il 2007 ragazzi quello che vi posso dire che un anno cosi brutto anonimo e grigio non l'ho mai passato in vita mia... di momenti belli da ricordare ci sono stati,certi pagati anche a caro prezzo, ma se una persona si mette a pensare all'anno nuovo a metà ottobre significa che le cose fino ad allora non sono andate come dovevano. Una cosa buona c'è ed è che da quando lavoro come un negro (questa settimana vedrò la fine Ndr.) ho ritrovato dentro di me qualcosa che si era perso tanti anni fa come una persona che dorme per tanto tanto tempo, si sveglia scende dal letto con le membra maledettamente intorpidite e prima di andare in bagno vuole dare uno sguardo fuori dalla finestra, commettendo un grande errore, perché la prima e unica cosa che pensa è "Che cazzo è successo in tutto questo tempo...". Adesso mancano pochi giorni alla fine delle feste e dopo via immersione totale nella realtà con la consapevolezza che da adesso in poi lascerò parlare i fatti e non le chiacchiere.

L'unica cosa che vi posso promettere cari argonauti che di raccontini da scrivere ne ho parecchi e appena la situazione si sarà stabilizzata qualcosa di carino metto on-line, questo ve lo posso promettere ^^.

Adesso vi lascio con un video che mi martella la testa da troppo tempo, a chi ama questa canzone gli consiglio caldamente di riascoltarla a chi non ha mai visto questo video...che posso dire perdeteci cinque minuti ne vale la pena.



Ops il solito ignorante ed insensibile pensatore si stava quasi per dimenticare

Buon anno a tutti e che la forza sia con voi ^^

0 commenti:

Pillole di Disinformazione.

DoS, scritto con la maiuscola al primo e terzo posto, è la sigla di denial of service, letteralmente negazione del servizio. In questo tipo di attacco si cerca di portare il funzionamento di un sistema informatico che fornisce un servizio, ad esempio un sito web, al limite delle prestazioni, lavorando su uno dei parametri d'ingresso, fino a renderlo non più in grado di erogare il servizio. Fonte Wikipedia

Pensierino del Giorno.

"é il Signore che vi manda da noi!!!".
"no, passavamo di qua per caso!"

Tratto da "Lo chiamavano Trinità".

Premi.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Lettori fissi

Si è verificato un errore nel gadget