25 novembre 2008

Twilight

Un giorno come tanti una famiglia si scioglie, una Bella ragazza decide di andare a vivere con il padre e scopre con immenso piacere che tutti quei libri narranti le gesta, i drammi dei vampiri non erano altro che cazzate colossali.

Inizia la scuola e la nostra eroina comincia a guardarsi intorno per fare nuove conoscenze, ad un tratto un gruppo di persone appena uscite dalla pubblicità della compagnia delle indie fa il loro ingresso. "Troppo cool questi tipi... guardali sembrano usciti da un concerto dei Tokio hotel" dice la protagonista alla compagnia brufolosa appena conosciuta, che nel frattempo ha un orgasmo clitorideo di dimensioni bibliche.

Devo conoscerli soprattutto quello li, bello aiutante svettante e con la pelle maledettamente candida, se lo circuisco la prima cosa che gli faccio fare è una bella lampada, cazzarola sembra morto XD.

Ma il nostro Edward (senza le mani di forbice) ma con i super poteri ha percepito un tremito nella forza, e con il fare mellifluo tipico del cuccatore seduce la nostra eroina.

Per giorni e giorni se lo ritrova sul ciglio del letto che la osserva mentre dorme e lei pensa "Che palle non mi piace farmi vedere con la bocca ancora impastata dalla peperonata di cozze, mangiata alle tre di notte e soprattutto non mi piace che la gente sappia che dormo con i calzini di spugna del babbo". Ma lui no, imperversa con il suo fare. Alla domanda "per quale motivo mi disintegri i maroni standomi sempre attaccato come una cozza allo scoglio??" lui vampirello quasi centenario con un botto di monelle soggiogate al suo potere, non sa cosa dire e si giustifica "Sai Bella quando sento quell'odore di cipolla e aglio che si sprigiona dai tuoi pori io non capisco più niente...".

Alla fine la nostra Bella si rassegna, magari questo tipo che dice di essere un vampiro che non brucia alla luce del giorno che non ha paura del fuoco gli può raccontare e mostrare qualcosa che valga la pena di essere visto. La mattina dopo durante la ricreazione bella chiama a rapporto il nostro baldo vampirello "Senti ciccio facciamo cosi... Oggi alle 4 del pomeriggio mi passi a prendere, mi mostri la tua bella casetta e facciamo cena da te; con una bella pizza per me e sangue di topo del 72' per te e dopo andiamo al Masquerade che c'è una bella serata metal... tu che dici" "Ok amore tutto quello che dici è legge per me".

Alle 3.59 il nostro Edward suona il clacson sotto la casa di Bella non sapendo che il padre (campione olimpionico di carabina) della nostra eroina stava dormendo... fortunatamente per lui Bella conosce il vizietto del padre e cioè quello di sparare ad ogni cosa che si avvicini a 1 Km di distanza dalla casa e stoppa sul nascere ogni tentativo del babbo di annichilire il nostro ignaro vampirello.

Appena entra nella casa di Edward, Bella percepisce che qualcosa non va... tanta luce specchi in ogni dove, ma forse tutti quei libri che ha letto erano delle mere cazzate... Edward si eccita come un grifone appena entra la prende per mano e gli dice "vieni che ti faccio vedere una cosa fichissima" Salgono le scale facendo tre gradini alla volta, la porta della camera si apre e li il dramma. Sulla parete opposta alla porta vi è una foto gigante di Edward che stringe a se Bill Kaulitz cantante dei Tokio Hotel, lui la guarda una lacrima gli scende dal viso e dice "non è bellissimo con quei capelli cosi..." in quello stesso momento il sangue della nostra eroina inizia a bollire dalla rabbia "Lo sapevo cazzo lo sapevo... tu non sei un vampiro Xd tu sei solamente un Bimbominkia!!!!!" Per sfogare la rabbia la nostra Bella spara un bel calcio nei maroni di Edward che si accascia al suolo con gli occhioni pieni di lacrime "Ciccio se minimo minimo ti avvicini a scuola giuro che ti strappo quelle palline che hai nei pantaloni a morsi ci siamo capiti" con quel minimo di voce che gli era rimasto in corpo e rantolante Edward saluta per sempre la nostra Bella "Ogni tuo desiderio è un ordine..." .

E cosi finisce quella che in realtà doveva essere una storia d'amore di altri tempi con la nostra Bella che si spara 5 Km a piedi mettendosi il suo I-pod e settandolo a palla sulla discografia degli Slipknot, nel frattempo con le lacrime agli occhi piegato in due dal dolore il nostro Edward si canticchia Monsoon.

Ritornando al Film vi dico che se volete far del male al vostro peggior nemico consigliategli questa pellicola, scontato lento macchinoso e soprattutto.... vedere sbriciolarsi in due ore tutto quello che è stato scritto sui vampiri è un qualcosa che mi turba peggio della criptonite per superman.

La Morale della favola è che vampiri + adolescenti è una fushion troppo inflazionata, un abbinamento forzato per giovani popcorn-teen, ma forse sono io che sono rimasto ai tempi di Bram Stoker e alla trasposizione di Murnau. Vi dico solo che Dawson's Creek (serie che non ho disdegnato del tutto) davanti a questa pellicola vince a mani basse.

See You Space Cowboy.

0 commenti:

Pillole di Disinformazione.

DoS, scritto con la maiuscola al primo e terzo posto, è la sigla di denial of service, letteralmente negazione del servizio. In questo tipo di attacco si cerca di portare il funzionamento di un sistema informatico che fornisce un servizio, ad esempio un sito web, al limite delle prestazioni, lavorando su uno dei parametri d'ingresso, fino a renderlo non più in grado di erogare il servizio. Fonte Wikipedia

Pensierino del Giorno.

"é il Signore che vi manda da noi!!!".
"no, passavamo di qua per caso!"

Tratto da "Lo chiamavano Trinità".

Premi.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Gentilmente omaggiato da Kat.

Lettori fissi

Si è verificato un errore nel gadget